STRUTTURE

Monitoraggio strutture
Monitoraggio strutture e Diagnosi Strutturale

MONITORAGGIO DELLE STRUTTURE e DIAGNOSI STRUTTURALE

Il fine del monitoraggio strutturale negli edifici civili non consiste solo nell’identificazione di danni improvvisi o progressivi ma anche nel monitorare le prestazioni delle stesse nelle condizioni di esercizio o durante particolari condizioni ambientali quali i terremoti, infiltrazioni, assestamenti ecc..

Un sistema di monitoraggio strutturale è costituito da vari sensori opportunamente posizionati per rilevare varie grandezze ambientali volte a valutare la risposta strutturale alle sollecitazioni presente e/o indotte.

Lo scopo di un sistema di monitoraggio delle strutture non è solo quella di proporre una valutazione della resistenza al sisma di un edificio, ma anche quella di controllare e/o stimare la funzionalità della struttura nelle condizioni di esercizio secondo le previsioni progettuali o di nuovo uso dell’immobile.

Il monitoraggio strutturale rappresenta dunque un mezzo indispensabile sia per la protezione dalle degli edifici da potenziali crolli o dissesti, sia per la progettazione di un adeguamento sismico dell’edificio o per avviare uno progettazione strutturale di rinforzo delle strutture portanti critiche o strategiche.

Pertanto, il monitoraggio strutturale è propedeutico e coinvolge un gran numero di applicazioni nel campo dell’ingegneria civile quali il progetto di ristrutturazione o restauro, per la valutazione dei danni subiti da un edificio, per la predisposizione di piani di manutenzione e/o di rinforzo delle strutture esistenti, per verificare l’agibilità dell’edificio dopo scosse di terremoto, incendi, mutamenti delle condizioni statiche e di carico.

Un tipico sistema di monitoraggio è basato sull’installazione di vari sensori periferici direttamente connessi tramite cavi o tramite collegamento WIFI a un sistema di acquisizione dati centralizzato che consente il monitoraggio delle strutture o dei quadri fessurativi in continuo ed in remoto.

 

Monitoraggio Strutturale
Monitoraggio Strutturale in continuo da remoto

Il ruolo di un sistema di monitoraggio strutturale è quello di associare, stoccare ed elaborare tutti i dati ritenuti significativi per controllare il comportamento delle strutture nel tempo e sotto diverse condizioni di carico e d’esercizio.

MONITORAGGIO STRUTTURALE

 Il monitoraggio della struttura può fornire utili elementi per aumentare la conoscenza sia delle problematiche di carattere strutturale sia di quelle di tipo geotecnico e consente dunque di fare una corretta diagnosi strutturale.

I progressi nel campo dei sistemi di comunicazione consentono un monitoraggio in tempo reale delle strutture. I dati possono essere elaborati per individuare eventuali anomalie o per valutazioni di lungo termine.

Alcune metodologie usate per il monitoraggio strutturale sono:

  • Monitoraggio dei quadri fessurativi
  • Prove di carico
  • Controlli su calcestruzzo indurito
  • Collaudo Statico
  • Termografia IR (Termografia all’infrarosso)

Vediamoli brevemente:

MONITORAGGIO DEI QUADRI FESSURATIVI

PROVE DI CARICO

CONTROLLI SU CALCESTRUZZO INDURITO

COLLAUDO STATICO

TERMOGRAFIA DELLE STRUTTURE IR (TERMOGRAFIA ALL’INFRAROSSO)
Se vuoi una consulenza per effettuare un monitoraggio strutturale e/o collaudi strutturali in Lombardia, Piemonte, Veneto, Trentino, Valle d’Aosta, Liguria…

CONTATTACI

Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.