PREVENZIONE INCENDI: CATEGORIE DELLE ATTIVITÀ SOGGETTE

SUDDIVISIONE DELLE ATTIVITÀ SOGGETTE IN 3 CATEGORIE secondo il D.P.R. 1° agosto 2011 n° 151 e DM 07/08/2012

IL NUOVO REGOLAMENTO di PREVENZIONE INCENDI prevede tre categorie di attività soggette alla prevenzione incendi:

  • Categoria A PREVENZIONE INCENDI: Prevenzione-incendi-classe-A CATEGORIE DELLE ATTIVITÀ SOGGETTE

– attività dotate di “regola tecnica” e contraddistinte da un limitato livello di complessità.

  • Categoria B PREVENZIONE INCENDI:CATEGORIE DELLE ATTIVITÀ SOGGETTE a Prevenzione incendi classe B

– attività presenti in A (dotate di “regola tecnica”), caratterizzate da un maggiore livello di complessità;

– attività sprovviste di ‘regola tecnica’, ma con un livello di complessità medio.

  •  Categoria C PREVENZIONE INCENDI:Prevenzione-incendi-classe-C

– attività con alto livello di complessità, indipendentemente dalla presenza di “regola tecnica”.

La classificazione delle attività soggette a prevenzione incendi è contemplata nell’allegato III del DM 07/08/2012.

Nella tabella, oltre a riportare le attività già definite dal DPR 151/2011, viene fornita una lista con suddivisione in sotto-classi, utile per meglio circoscrivere gli ambiti di ciascuna categoria principale.

Tramite tale classificazione si possono anche ritrovare i limiti normativi che determinano se una attività sia soggetta o meno alle normative antincendio.

Brevemente, le principali attività soggette al controllo dei vigili del fuoco sono:

  • quelle dove si producono/depositano/distribuiscono gas, liquidi, solidi combustibili o comburenti;
  • quelle dove si detengono sostanze esplodenti;
  • attività con oltre 300 dipendenti;
  • edifici con altezza >24m (condomini);
  • depositi con superficie >1000 mq e materiali >5000 kg;
  • parcheggi >300 mq;
  • impianti termici >116 kW;
  • gruppi elettrogeni >25 kW;
  • officine dove avviene saldatura, taglio metalli, verniciatura;
  • officine automobilistiche, demolizioni veicoli, cantieri navali;
  • mulini/depositi di cereali e pastifici;
  • zuccherifici, fabbriche di surrogati di caffè ,tabacchifici;
  • falegnamerie, cartiere/cartotecniche, tipografie, eliografie;
  • fabbriche tessili, calzaturifici, produzione pelle;
  • fabbriche materie plastiche, ceramiche, cementifici;
  • cinema, teatri, studi cinematografici;
  • impianti sportivi, palestre, fiere, campeggi, villaggi turistici;
  • scuole, ospedali, archivi, musei;
  • aeroporti, stazioni ferroviarie e marittime.

Si riporta, quindi, la tabella tratta dall’allegato III del DM 07/08/2012 con le CATEGORIE DELLE ATTIVITÀ SOGGETTE A PREVENZIONE INCENDI DA PARTE DEI VIGILI DEL FUOCO:

Attività 151/2011Descrizione dell’attività soggetta a prevenzione incendiCategorieSottoclasseDescrizione Sottoclasse
1Stabilimenti ed impianti ove si producono e/o impiegano gas infiammabili e/o comburenti con quantità globali in ciclo superiori a 25 Nm3/hC1-
2Impianti di compressione o di decompressione dei gas infiammabili e/o comburenti con potenzialità superiore a 50 Nm3/h, con esclusione dei sistemi di riduzione del gas naturale inseriti nelle reti di distribuzione con pressione di esercizio non superiore a 0,5 MPaB1Cabine di decompressione del gas naturale fino a 2,4 Mpa.
2Impianti di compressione o di decompressione dei gas infiammabili e/o comburenti con potenzialità superiore a 50 Nm3/h, con esclusione dei sistemi di riduzione del gas naturale inseriti nelle reti di distribuzione con pressione di esercizio non superiore a 0,5 MPaC2Tutti gli altri casi
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: a) compressi con capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,75 m3.B1Rivendite
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: a) compressi con capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,75 m3.B2Depositi fino a 10 m3
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: a) compressi con capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,75 m3.C3Depositi oltre 10 m3
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: a) compressi con capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,75 m3.C4Impianti di riempimento
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: b) disciolti o liquefatti per quantitativi in massa complessivi superiori o uguali a 75 kg.A5Depositi di GPL fino a 300 kg
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: b) disciolti o liquefatti per quantitativi in massa complessivi superiori o uguali a 75 kg.B6Rivendite
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: b) disciolti o liquefatti per quantitativi in massa complessivi superiori o uguali a 75 kg.B7Depositi di GPL oltre 300 kg e fino a 1000 kg
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: b) disciolti o liquefatti per quantitativi in massa complessivi superiori o uguali a 75 kg.B8Depositi di gas infiammabili diversi dal GPL fino a 1.000 kg
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: b) disciolti o liquefatti per quantitativi in massa complessivi superiori o uguali a 75 kg.B9Depositi oltre 1.000 kg
3Impianti di riempimento, depositi, rivendite di gas infiammabili in recipienti mobili: b) disciolti o liquefatti per quantitativi in massa complessivi superiori o uguali a 75 kg.C10Impianti di riempimento
4Depositi di gas infiammabili in serbatoi fissi: a) compressi per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0, 75 m3B1Fino a 2 m3
4Depositi di gas infiammabili in serbatoi fissi: a) compressi per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0, 75 m3C2Oltre 2 m3
4Depositi di gas infiammabili in serbatoi fissi: b) disciolti o liquefatti per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,3 m3A3Depositi di GPL fino a 5 m3
4Depositi di gas infiammabili in serbatoi fissi: b) disciolti o liquefatti per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,3 m3B4Depositi di gas diversi dal GPL fino a 5 m3
4Depositi di gas infiammabili in serbatoi fissi: b) disciolti o liquefatti per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,3 m3B5Depositi di GPL da 5 m3 fino a 13 m3
4Depositi di gas infiammabili in serbatoi fissi: b) disciolti o liquefatti per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,3 m3C6Depositi di gas diversi dal GPL oltre i 5 m3
4Depositi di gas infiammabili in serbatoi fissi: b) disciolti o liquefatti per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,3 m3C7Depositi di gas diversi dal GPL oltre i 13 m3
5Depositi di gas comburenti compressi e/o liquefatti in serbatoi fissi e/o recipienti mobili per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 3 m3B1Fino a 10 m3
5Depositi di gas comburenti compressi e/o liquefatti in serbatoi fissi e/o recipienti mobili per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 3 m3C1Oltre 10 m3
6Reti di trasporto e di distribuzione di gas infiammabili, compresi quelli di origine petrolifera o chimica, con esclusione delle reti di distribuzione e dei relativi impianti con pressione di esercizio non superiore a 0,5 MPaA1Fino a 2,4 Mpa limitatamente alle opere e gli impianti di trasporto di gas naturale con densità non superiore a 0,8.
6Reti di trasporto e di distribuzione di gas infiammabili, compresi quelli di origine petrolifera o chimica, con esclusione delle reti di distribuzione e dei relativi impianti con pressione di esercizio non superiore a 0,5 MPaB2Oltre 2,4 MPa
7Centrali di produzione di idrocarburi liquidi e gassosi e di stoccaggio sotterraneo di gas naturale, piattaforme fisse e strutture fisse assimilabili, di perforazione e/o produzione di idrocarburi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1979, n. 886 ed al decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624C1-
8Oleodotti con diametro superiore a 100 mmB1-
9Officine e laboratori con saldatura e taglio dei metalli utilizzanti gas infiammabili e/o comburenti, con oltre 5 addetti alla mansione specifica di saldatura o taglioB1Fino a 10 addetti alla mansione specifica di saldatura o taglio.
9Officine e laboratori con saldatura e taglio dei metalli utilizzanti gas infiammabili e/o comburenti, con oltre 5 addetti alla mansione specifica di saldatura o taglioC2Oltre 10 addetti alla mansione specifica di saldatura o taglio.
10Stabilimenti ed impianti ove si producono e/o impiegano, liquidi infiammabili e/o combustibili con punto di infiammabilità fino a 125 °C, con quantitativi globali in ciclo e/o in deposito superiori a 1 m3B1Fino a 50 m3
10Stabilimenti ed impianti ove si producono e/o impiegano, liquidi infiammabili e/o combustibili con punto di infiammabilità fino a 125 °C, con quantitativi globali in ciclo e/o in deposito superiori a 1 m3C2Oltre 50 m3
11Stabilimenti ed impianti per la preparazione di oli lubrificanti, oli diatermici e simili, con punto di infiammabilità superiore a 125 °C, con quantitativi globali in ciclo e/o in deposito superiori a 5 m3B1Fino a 50 m3
11Stabilimenti ed impianti per la preparazione di oli lubrificanti, oli diatermici e simili, con punto di infiammabilità superiore a 125 °C, con quantitativi globali in ciclo e/o in deposito superiori a 5 m3C2Oltre 50 m3
12Depositi e/o rivendite di liquidi infiammabili e/o combustibili e/o oli lubrificanti, diatermici, di qualsiasi derivazione, di capacità geometrica complessiva superiore a 1 m3A1Liquidi con punto di infiammabilità superiore a 65 °C, per capacità geometrica complessiva compresa da 1 m3 a 9 m3
12Depositi e/o rivendite di liquidi infiammabili e/o combustibili e/o oli lubrificanti, diatermici, di qualsiasi derivazione, di capacità geometrica complessiva superiore a 1 m3B2Liquidi infiammabili e/o combustibili e/o lubrificanti e/o oli diatermici di qualsiasi derivazione per capacità geometrica complessiva compresa da 1 m3 a 50 m3, ad eccezione di quelli rientranti in categoria A)
12Depositi e/o rivendite di liquidi infiammabili e/o combustibili e/o oli lubrificanti, diatermici, di qualsiasi derivazione, di capacità geometrica complessiva superiore a 1 m3C3Liquidi infiammabili e/o combustibili e/o lubrificanti e/o oli diatermici di qualsiasi derivazione per capacità geometrica complessiva superiore a 50 m3
13Impianti fissi di distribuzione carburanti per l’autotrazione, la nautica e l’aeronautica; contenitori — distributori rimovibili di carburanti liquidi: a) Impianti di distribuzione carburanti liquidiA1Contenitori distributori rimovibili e non di carburanti liquidi fino a 9 m3, con punto di infiammabilità
13Impianti fissi di distribuzione carburanti per l’autotrazione, la nautica e l’aeronautica; contenitori — distributori rimovibili di carburanti liquidi: a) Impianti di distribuzione carburanti liquidiB2Solo liquidi combustibili
13Impianti fissi di distribuzione carburanti per l’autotrazione, la nautica e l’aeronautica; contenitori — distributori rimovibili di carburanti liquidi: a) Impianti di distribuzione carburanti liquidiC3Tutti gli altri
13Impianti fissi di distribuzione carburanti per l’autotrazione, la nautica e l’aeronautica; contenitori — distributori rimovibili di carburanti liquidi: b) Impianti fissi di distribuzione carburanti gassosi e di tipo misto (liquidi e gassosi).C4Tutti
14Officine o laboratori per la verniciatura con vernici infiammabili e/o combustibili con oltre 5 addetti.B1Fino a 25 addetti
14Officine o laboratori per la verniciatura con vernici infiammabili e/o combustibili con oltre 5 addetti.C2Oltre 25 addetti
15Depositi e/o rivendite di alcoli con concentrazione superiore al 60% in volume di capacità geometrica superiore a 1 m3A1Fino a 10 m3
15Depositi e/o rivendite di alcoli con concentrazione superiore al 60% in volume di capacità geometrica superiore a 1 m3B2Oltre 10 m3 fino a 50 m3
15Depositi e/o rivendite di alcoli con concentrazione superiore al 60% in volume di capacità geometrica superiore a 1 m3C3Oltre 50 m3
16Stabilimenti di estrazione con solventi infiammabili e raffinazione di oli e grassi vegetali ed animali, con quantitativi globali di solventi in ciclo e/o in deposito superiori a 0,5 m3C1-
17Stabilimenti ed impianti ove si producono, impiegano o detengono sostanze esplodenti classificate come tali dal regolamento di esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, e successive modificazioni ed integrazioniC1-
18Esercizi di minuta vendita e/o depositi di sostanze esplodenti classificate come tali dal regolamento di esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, e successive modificazioni ed integrazioni. Esercizi di vendita di artifici pirotecnici declassificati in “libera vendita” con quantitativi complessivi in vendita e/o deposito superiori a 500 kg, comprensivi degli imballaggi;B1Esercizi di vendita di fici artifici declassificati in “libera vendita”
18Esercizi di minuta vendita e/o depositi di sostanze esplodenti classificate come tali dal regolamento di esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, e successive modificazioni ed integrazioni. Esercizi di vendita di artifici pirotecnici declassificati in “libera vendita” con quantitativi complessivi in vendita e/o deposito superiori a 500 kg, comprensivi degli imballaggi;C1Esercizi di minuta vendita di sostanze esplodenti classificate come tali dal regolamento di esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, e successive modificazioni ed integrazioni.”
19Stabilimenti ed impianti ove si producono, impiegano o detengono sostanze instabili che possono dar luogo da sole a reazioni pericolose in presenza o non di catalizzatori ivi compresi i perossidi organiciC1-
20Stabilimenti ed impianti ove si producono, impiegano o detengono nitrati di ammonio, di metalli alcalini e alcalino-terrosi, nitrato di piombo e perossidi inorganiciC1-
21Stabilimenti ed impianti ove si producono, impiegano o detengono sostanze soggette all’accensione spontanea e/o sostanze che a contatto con l’acqua sviluppano gas infiammabiliC1-
22Stabilimenti ed impianti ove si produce acqua ossigenata con concentrazione superiore al 60% di perossido di idrogenoC1-
23Stabilimenti ed impianti ove si produce, impiega e/o detiene fosforo e/o sesquisolfuro di fosforoC1-
24Stabilimenti ed impianti per la macinazione e la raffinazione dello zolfo; depositi di zolfo con potenzialità superiore a 10.000 kgC1-
25Fabbriche di fiammiferi; depositi di fiammiferi con quantitativi in massa superiori a 500 kgC1-
26Stabilimenti ed impianti ove si produce, impiega o detiene magnesio, elektron e altre leghe ad alto tenore di magnesioC1-
27Mulini per cereali ed altre macinazioni con potenzialità giornaliera superiore a 20.000 kg; Depositi di cereali e di altre macinazioni con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg;B1Depositi di cereali e di altre macinazioni fino a 100.000 kg
27Mulini per cereali ed altre macinazioni con potenzialità giornaliera superiore a 20.000 kg; Depositi di cereali e di altre macinazioni con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg;C2depositi oltre 100.000 kg
27Mulini per cereali ed altre macinazioni con potenzialità giornaliera superiore a 20.000 kg; Depositi di cereali e di altre macinazioni con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg;C3Mulini per cereali ed altre macinazioni
28Depositi di cereali e di altre macinazioni con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg;C1-
29Stabilimenti ove si producono surrogati del caffèC1-
30Zuccherifici e raffinerie dello zuccheroC1-
31Pastifici e/o riserie con produzione giornaliera superiore a 50.000 kgC1-
32Stabilimenti ed impianti ove si lavora eio detiene foglia di tabacco con processi di essiccazione con oltre 100 addetti o con quantitativi globali in ciclo e/o in deposito superiori a 50.000 kgC1-
33Stabilimenti ed impianti per la produzione della carta e dei cartoni e di allestimento di prodotti cartotecnici in genere con oltre 25 addetti o con materiale in lavorazione e/o in deposito superiore a 50.000 kgC1-
34Depositi di carta, cartoni e prodotti cartotecnici, archivi di materiale cartaceo, biblioteche, depositi per la cernita della carta usata, di stracci di cascami e di fibre tessili per l’industria della carta, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kgB1Fino a 50.000 kg
34Depositi di carta, cartoni e prodotti cartotecnici, archivi di materiale cartaceo, biblioteche, depositi per la cernita della carta usata, di stracci di cascami e di fibre tessili per l’industria della carta, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kgC2Oltre 50.000 kg
35Stabilimenti, impianti, depositi ove si producono, impiegano eio detengono carte fotografiche, calcografiche, eliografiche e cianografiche, pellicole cinematografiche, radiografiche e fotografiche con materiale in lavorazione e/o in deposito superiore a 5.000 kgB1Depositi fino a 20.000 kg
35Stabilimenti, impianti, depositi ove si producono, impiegano eio detengono carte fotografiche, calcografiche, eliografiche e cianografiche, pellicole cinematografiche, radiografiche e fotografiche con materiale in lavorazione e/o in deposito superiore a 5.000 kgC2Altri casi
36Depositi di legnami da costruzione e da lavorazione, di legna da ardere, di paglia, di fieno, di canne, di fascine, di carbone vegetale e minerale, di carbonella, di sughero e di altri prodotti affini con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg con esclusione dei depositi all’aperto con distanze di sicurezza esterne superiori a 100 mB1Fino a 500.000 kg
36Depositi di legnami da costruzione e da lavorazione, di legna da ardere, di paglia, di fieno, di canne, di fascine, di carbone vegetale e minerale, di carbonella, di sughero e di altri prodotti affini con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg con esclusione dei depositi all’aperto con distanze di sicurezza esterne superiori a 100 mC2Oltre 500.000 kg
37Stabilimenti e laboratori per la lavorazione del legno con materiale in lavorazione e/o in deposito superiore a 5.000 kgB1Fino a 50.000 kg
37Stabilimenti e laboratori per la lavorazione del legno con materiale in lavorazione e/o in deposito superiore a 5.000 kgC2Oltre 50.000 kg
38Stabilimenti ed impianti ove si producono, lavorano e/o detengono fibre tessili e tessuti naturali e artificiali, tele cerate, linoleum e altri prodotti affini, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kgB1Fino a 10.000 kg
38Stabilimenti ed impianti ove si producono, lavorano e/o detengono fibre tessili e tessuti naturali e artificiali, tele cerate, linoleum e altri prodotti affini, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kgC2Oltre 10.000 kg
39Stabilimenti per la produzione di arredi, di abbigliamento, della lavorazione della pelle e calzaturifici, con oltre 25 addettiC1-
40Stabilimenti ed impianti per la preparazione del crine vegetale, della trebbia e simili, lavorazione della paglia, dello sparto e simili, lavorazione del sughero, con quantitativi in massa in lavorazione o in deposito superiori a 5.000 kgC1-
41Teatri e studi per le riprese cinematografiche e televisiveA1Fino a 25 persone presenti
41Teatri e studi per le riprese cinematografiche e televisiveB2Oltre 25 e fino a 100 persone presenti
41Teatri e studi per le riprese cinematografiche e televisiveC3Oltre 100 persone presenti
42Laboratori per la realizzazione di attrezzerie e scenografie, compresi i relativi depositi, di superficie complessiva superiore a 200 m2B1Fino a 2.000 m2
42Laboratori per la realizzazione di attrezzerie e scenografie, compresi i relativi depositi, di superficie complessiva superiore a 200 m2C2Oltre 2.000 m2
43Stabilimenti ed impianti per la produzione, lavorazione e rigenerazione della gomma e/o laboratori di vulcanizzazione di oggetti di gomma, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kg; Depositi di prodotti della gomma, pneumatici e simili, con quantitativi in massa superiori a 10.000 kg;B1Depositi fino a 50.000 kg
43Stabilimenti ed impianti per la produzione, lavorazione e rigenerazione della gomma e/o laboratori di vulcanizzazione di oggetti di gomma, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kg; Depositi di prodotti della gomma, pneumatici e simili, con quantitativi in massa superiori a 10.000 kg;C2Depositi oltre 50.000 kg
43Stabilimenti ed impianti per la produzione, lavorazione e rigenerazione della gomma e/o laboratori di vulcanizzazione di oggetti di gomma, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kg; Depositi di prodotti della gomma, pneumatici e simili, con quantitativi in massa superiori a 10.000 kg;C3Stabilimenti ed impianti per la produzione, lavorazione e . rigenerazione e/o laboratori
44Stabilimenti, impianti, depositi ove si producono, lavorano e/o detengono materie plastiche, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kgB1Depositi fino a 50.000 kg
44Stabilimenti, impianti, depositi ove si producono, lavorano e/o detengono materie plastiche, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kgC2Depositi oltre 50.000 kg
44Stabilimenti, impianti, depositi ove si producono, lavorano e/o detengono materie plastiche, con quantitativi in massa superiori a 5.000 kgC3Stabilimenti ed impianti
45Stabilimenti ed impianti ove si producono e lavorano resine sintetiche e naturali, fitofarmaci, coloranti organici e intermedi e prodotti farmaceutici con l’impiego di solventi ed altri prodotti infiammabiliB1Fino a 25 addetti
45Stabilimenti ed impianti ove si producono e lavorano resine sintetiche e naturali, fitofarmaci, coloranti organici e intermedi e prodotti farmaceutici con l’impiego di solventi ed altri prodotti infiammabiliC2Oltre 25 addetti
46Depositi di fitofarmaci e/o di concimi chimici a base di nitrati e/o fosfati con quantitativi in massa superiori a 50.000 kgB1Fino a 100.000 kg
46Stabilimenti ed impianti ove si producono e/o impiegano, liquidi infiammabili e/o combustibili con punto di infiammabilità fino a 125 °C, con quantitativi globali in ciclo e/o in deposito superiori a 1 m3C2Oltre 100.000 kg
47Stabilimenti ed impianti per la fabbricazione di cavi e conduttori elettrici isolati, con quantitativi in massa lavorazione e/o in deposito superiori a 10.000 kg; Depositi e/o rivendite di cavi elettrici isolati con quantitativi in massa superiori a 10.000 kg.B1Fino a 100.000 kg
47Stabilimenti ed impianti per la fabbricazione di cavi e conduttori elettrici isolati, con quantitativi in massa lavorazione e/o in deposito superiori a 10.000 kg; Depositi e/o rivendite di cavi elettrici isolati con quantitativi in massa superiori a 10.000 kg.C2Oltre 100.000 kg
48Centrali termoelettriche, macchine elettriche fisse con presenza di liquidi isolanti combustibili in quantitativi superiori a 1 m3B1Macchine elettriche
48Centrali termoelettriche, macchine elettriche fisse con presenza di liquidi isolanti combustibili in quantitativi superiori a 1 m3C2Centrali termoelettriche
49Gruppi per la produzione di energia elettrica sussidiari con motori endotermici ed impianti di cogenerazione di potenza complessiva superiore a 25 kWA1Fino a 350 kW
49Gruppi per la produzione di energia elettrica sussidiari con motori endotermici ed impianti di cogenerazione di potenza complessiva superiore a 25 kWB2Da 350 fino a 700 kW
49Gruppi per la produzione di energia elettrica sussidiari con motori endotermici ed impianti di cogenerazione di potenza complessiva superiore a 25 kWC3Oltre 700 kW
50Stabilimenti ed impianti ove si producono lampade elettriche e simili; pile ed accumulatori elettrici e simili, con oltre 5 addettiB1Fino a 25 addetti
50Stabilimenti ed impianti ove si producono lampade elettriche e simili; pile ed accumulatori elettrici e simili, con oltre 5 addettiC2Oltre 25 addetti
51Stabilimenti siderurgici e per la produzione di altri metalli con oltre 5 addetti; attività comportanti lavorazioni a caldo di metalli con oltre 5 addetti ad esclusione dei laboratori artigiani di oreficeria ed argenteria fino a 25 addetti.B1Fino a 25 addetti
51Stabilimenti siderurgici e per la produzione di altri metalli con oltre 5 addetti; attività comportanti lavorazioni a caldo di metalli con oltre 5 addetti ad esclusione dei laboratori artigiani di oreficeria ed argenteria fino a 25 addetti.B2Laboratori artigiani di oreficeria ed argenteria fino a 50 addetti
51Stabilimenti siderurgici e per la produzione di altri metalli con oltre 5 addetti; attività comportanti lavorazioni a caldo di metalli con oltre 5 addetti ad esclusione dei laboratori artigiani di oreficeria ed argenteria fino a 25 addetti.C3Oltre 25 addetti
51Stabilimenti siderurgici e per la produzione di altri metalli con oltre 5 addetti; attività comportanti lavorazioni a caldo di metalli con oltre 5 addetti ad esclusione dei laboratori artigiani di oreficeria ed argenteria fino a 25 addetti.C4Laboratori artigiani di oreficeria ed argenteria oltre 50 addetti
52Stabilimenti, con oltre 5 addetti, per la costruzione di aeromobili, veicoli a motore, materiale rotabile ferroviario e tramviario, carrozzerie e rimorchi per autoveicoli; cantieri navali con oltre 5 addettiB1Fino a 25 addetti
52Stabilimenti, con oltre 5 addetti, per la costruzione di aeromobili, veicoli a motore, materiale rotabile ferroviario e tramviario, carrozzerie e rimorchi per autoveicoli; cantieri navali con oltre 5 addettiC2Oltre 25 addetti
53Officine per la riparazione di: – veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie coperta superiore a 300m2; – materiale rotabile ferroviario, tramviario e di aeromobili, di superficie coperta superiore a 1000m2;B1a) Officine per veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie fino  a 1000m2
53Officine per la riparazione di: – veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie coperta superiore a 300m2; – materiale rotabile ferroviario, tramviario e di aeromobili, di superficie coperta superiore a 1000m2;B2b) Officine per materiale rotabile ferroviario, tramviario e di aeromobili, di superficie fino a 2000m2
53Officine per la riparazione di: – veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie coperta superiore a 300m2; – materiale rotabile ferroviario, tramviario e di aeromobili, di superficie coperta superiore a 1000m2;C3a) Officine per veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie superiore a 1000m2
53Officine per la riparazione di: – veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie, di superficie coperta superiore a 300m2; – materiale rotabile ferroviario, tramviario e di aeromobili, di superficie coperta superiore a 1000m2;C4b) Officine per materiale rotabile ferroviario, tramviario e di aeromobili, di superficie superiore a 2000m2
54Officine meccaniche per lavorazioni a freddo con oltre 25 addettiB1Fino a 50 addetti
54Officine meccaniche per lavorazioni a freddo con oltre 25 addettiC2Oltre 50 addetti
55Attività di demolizioni di veicoli e simili con relativi depositi, di superficie superiore a 3000 m2B1Fino a 5000 m2
55Attività di demolizioni di veicoli e simili con relativi depositi, di superficie superiore a 3000 m2C2Oltre 5000 m2
56Stabilimenti ed impianti ove si producono laterizi, maioliche, porcellane e simili con oltre 25 addettiB1Fino a 50 addetti
56Stabilimenti ed impianti ove si producono laterizi, maioliche, porcellane e simili con oltre 25 addettiC2Oltre 50 addetti
57Cementifici con oltre 25 addettiB1-
58Pratiche di cui al d.lgs 17 marzo 1995 n° 230 e s.m.i. soggette a provvedimenti autorizzativi (art. 27 del d.lgs 17 marzo 1995 n°230 ed art. 13 legge 31 dicembre 1962, n. 1860)B1Assoggettate a nulla osta di tipo B di cui all’art. 29 del Dlgs 230/95 e s.m.i.
58Pratiche di cui al d.lgs 17 marzo 1995 n° 230 e s.m.i. soggette a provvedimenti autorizzativi (art. 27 del d.lgs 17 marzo 1995 n°230 ed art. 13 legge 31 dicembre 1962, n. 1860)C2Assoggettate a nulla osta di tipo A di cui all’art. 28 del Dlgs 230/95 e s.m.i. e art 13 legge 1860/62
59Autorimesse adibite al ricovero di mezzi utilizzati per il trasporto di materie fissili speciali e di materie radioattive (art. 5 della legge 31 dicembre 1962, n. 1860, sostituito dall’art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1965, n. 1704; art. 21 del D. Lgs 17 marzo 1995 n°230)C1-
60Impianti di deposito delle materie nucleari ed attività assoggettate agli artt. 33 e 52 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230 e s.m.i. , con esclusione dei depositi in corso di spedizioneC1-
61Impianti nei quali siano detenuti combustibili nucleari o prodotti o residui radioattivi [art. 1, lettera b) della legge 31 dicembre 1962, n. 1860]C1-
62Impianti relativi all’impiego pacifico dell’energia nucleare ed attività che comportano pericoli di radiazioni ionizzanti derivanti dal predetto impiego: – impianti nucleari; – reattori nucleari, eccettuati quelli che facciano parte di un mezzo di trasporto; – impianti per la preparazione o fabbricazione delle materie nucleari; – impianti per la separazione degli isotopi; – impianti per il trattamento dei combustibili nucleari irradianti; – attività di cui agli artt. 36 e 51 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230 e s.m.i..C1-
63Stabilimenti per la produzione, depositi di sapone, di candele e di altri oggetti di cera e di paraffina, di acidi grassi, di glicerina grezza quando non sia prodotta per idrolisi, di glicerina raffinata e distillata ed altri prodotti affini, con oltre 500 kg di prodotto in lavorazione e/o depositoB1Fino a 5000 kg
63Stabilimenti per la produzione, depositi di sapone, di candele e di altri oggetti di cera e di paraffina, di acidi grassi, di glicerina grezza quando non sia prodotta per idrolisi, di glicerina raffinata e distillata ed altri prodotti affini, con oltre 500 kg di prodotto in lavorazione e/o depositoC2Oltre 5000 kg
64Centri informatici di elaborazione e/o archiviazione dati con oltre 25 addettiB1Fino a 50 addetti
64Centri informatici di elaborazione e/o archiviazione dati con oltre 25 addettiC2Oltre 50 addetti
65Locali di spettacolo e di trattenimento in genere, impianti e centri sportivi, palestre, sia a carattere pubblico che privato, con capienza superiore a 100 persone, ovvero di superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 m2 . Sono escluse le manifestazioni temporanee, di qualsiasi genere, che si effettuano in locali o luoghi aperti al pubblico.B1Fino a 200 persone
65Locali di spettacolo e di trattenimento in genere, impianti e centri sportivi, palestre, sia a carattere pubblico che privato, con capienza superiore a 100 persone, ovvero di superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 m2 . Sono escluse le manifestazioni temporanee, di qualsiasi genere, che si effettuano in locali o luoghi aperti al pubblico.C2Oltre 200 persone
66Alberghi, pensioni, motel, villaggi albergo, residenze turistico - alberghiere, studentati, villaggi turistici, alloggi agrituristici, ostelli per la gioventù, rifugi alpini, bed & breakfast, dormitori, case per ferie, con oltre 25 posti-letto; Strutture turistico-ricettive nell’aria aperta (campeggi, villaggi-turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone.A1Fino a 50 posti letto
66Alberghi, pensioni, motel, villaggi albergo, residenze turistico - alberghiere, studentati, villaggi turistici, alloggi agrituristici, ostelli per la gioventù, rifugi alpini, bed & breakfast, dormitori, case per ferie, con oltre 25 posti-letto; Strutture turistico-ricettive nell’aria aperta (campeggi, villaggi-turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone.B2Da 50 a 100 posti letto
66Alberghi, pensioni, motel, villaggi albergo, residenze turistico - alberghiere, studentati, villaggi turistici, alloggi agrituristici, ostelli per la gioventù, rifugi alpini, bed & breakfast, dormitori, case per ferie, con oltre 25 posti-letto; Strutture turistico-ricettive nell’aria aperta (campeggi, villaggi-turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone.B3Strutture all’aria aperta (Campeggi villaggi ecc)
66Alberghi, pensioni, motel, villaggi albergo, residenze turistico - alberghiere, studentati, villaggi turistici, alloggi agrituristici, ostelli per la gioventù, rifugi alpini, bed & breakfast, dormitori, case per ferie, con oltre 25 posti-letto; Strutture turistico-ricettive nell’aria aperta (campeggi, villaggi-turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone.C4Oltre 100 posti letto
67Scuole di ogni ordine, grado e tipo, collegi, accademie con oltre 100 persone presenti; asili nido con oltre 30 persone presentiA1Fino a 150 persone
67Scuole di ogni ordine, grado e tipo, collegi, accademie con oltre 100 persone presenti; asili nido con oltre 30 persone presentiB2Da 150 a 300 persone
67Scuole di ogni ordine, grado e tipo, collegi, accademie con oltre 100 persone presenti; asili nido con oltre 30 persone presentiB3Asili nido
67Scuole di ogni ordine, grado e tipo, collegi, accademie con oltre 100 persone presenti; asili nido con oltre 30 persone presentiC4Oltre 300 persone
68Strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero e/o residenziale a ciclo continuativo e/o diurno, case di riposo per anziani con oltre 25 posti letto; Strutture sanitarie che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, di superficie complessiva superiore a 500 m2A1Fino a 50 posti letto
68Strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero e/o residenziale a ciclo continuativo e/o diurno, case di riposo per anziani con oltre 25 posti letto; Strutture sanitarie che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, di superficie complessiva superiore a 500 m2A2Strutture riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio fino a 1000 m2
68Strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero e/o residenziale a ciclo continuativo e/o diurno, case di riposo per anziani con oltre 25 posti letto; Strutture sanitarie che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, di superficie complessiva superiore a 500 m2B3Fino a 100 posti letto
68Strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero e/o residenziale a ciclo continuativo e/o diurno, case di riposo per anziani con oltre 25 posti letto; Strutture sanitarie che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, di superficie complessiva superiore a 500 m2B4Strutture riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio oltre 1000 m2
68Strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero e/o residenziale a ciclo continuativo e/o diurno, case di riposo per anziani con oltre 25 posti letto; Strutture sanitarie che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, di superficie complessiva superiore a 500 m2C5Oltre 100 posti letto
69Locali adibiti ad esposizione e/o vendita all’ingrosso o al dettaglio, fiere e quartieri fieristici, con superficie lorda superiore a 400 m2 comprensiva dei servizi e depositi. Sono escluse le manifestazioni temporanee, di qualsiasi genere, che si effettuano in locali o luoghi aperti al pubblico.A1Fino a 600 m2
69Locali adibiti ad esposizione e/o vendita all’ingrosso o al dettaglio, fiere e quartieri fieristici, con superficie lorda superiore a 400 m2 comprensiva dei servizi e depositi. Sono escluse le manifestazioni temporanee, di qualsiasi genere, che si effettuano in locali o luoghi aperti al pubblico.B2Da 600 fino a 1500 m2
69Locali adibiti ad esposizione e/o vendita all’ingrosso o al dettaglio, fiere e quartieri fieristici, con superficie lorda superiore a 400 m2 comprensiva dei servizi e depositi. Sono escluse le manifestazioni temporanee, di qualsiasi genere, che si effettuano in locali o luoghi aperti al pubblico.C3Oltre 1500 m2
70Locali adibiti a depositi di superficie lorda superiore a 1000 m2 con quantitativi di merci e materiali combustibili superiori complessivamente a 5000 kgB1Fino a 3000 m2
70Locali adibiti a depositi di superficie lorda superiore a 1000 m2 con quantitativi di merci e materiali combustibili superiori complessivamente a 5000 kgC2Oltre 3000 m2
71Aziende ed uffici con oltre 300 persone presenti.A1Fino a 500 persone
71Aziende ed uffici con oltre 300 persone presenti.B2Da 500 a 800 persone
71Aziende ed uffici con oltre 300 persone presenti.C3Oltre 800 persone
72Edifici sottoposti a tutela ai sensi del d.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 , aperti al pubblico, destinati a contenere biblioteche ed archivi, musei, gallerie, esposizioni e mostre, nonché qualsiasi altra attività contenuta nel presente Allegato.C1-
73Edifici o complessi edilizi a uso terziario e o industriale caratterizzati da promiscuità strutturale e o dei sistemi delle vie di esodo e o impiantistica con presenza di persone superiore a 300 unità ovvero di sup. complessiva superiore a 5000 m2 indipendentemente dal numero di attività costituenti e dalla relativa diversa titolaritàB1Fino a 500 unità ovvero fino a 6000 m2
73Edifici o complessi edilizi a uso terziario e o industriale caratterizzati da promiscuità strutturale e o dei sistemi delle vie di esodo e o impiantistica con presenza di persone superiore a 300 unità ovvero di sup. complessiva superiore a 5000 m2 indipendentemente dal numero di attività costituenti e dalla relativa diversa titolaritàC2Oltre 500 unità ovvero oltre 6000 m2
74Impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 kWA1Fino a 350 kW
74Impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 kWB2Da 350 fino a 700 kW
74Impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 kWC3Oltre 700 kW
75Autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2; locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili di superficie superiore a 500 m2; depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1000 m2.A1Autorimesse fino a 1000 m2
75Autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2; locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili di superficie superiore a 500 m2; depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1000 m2.B2Autorimesse da 1000 a 3000 m2
75Autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2; locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili di superficie superiore a 500 m2; depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1000 m2.B3Ricovero natanti e aeromobili oltre 500 fino a 1000 m2
75Autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2; locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili di superficie superiore a 500 m2; depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1000 m2.C4Autorimesse oltre 3000 m2
75Autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2; locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili di superficie superiore a 500 m2; depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1000 m2.C5Ricovero natanti e aeromobili oltre  1000 m2
75Autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2; locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili di superficie superiore a 500 m2; depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1000 m2.C6Depositi di mezzi rotabili
76Tipografie, litografie, stampa in offset ed attività similari con oltre cinque addettiA1Fino a 50addetti
76Tipografie, litografie, stampa in offset ed attività similari con oltre cinque addettiB2Oltre 50 addetti
77Edifici destinati ad uso civile, con altezza antincendio superiore a 24 mA1Fino a 32 m
77Edifici destinati ad uso civile, con altezza antincendio superiore a 24 mB2da 32 a 54 m
77Edifici destinati ad uso civile, con altezza antincendio superiore a 24 mC3Oltre 54 m
78Aerostazioni, stazioni ferroviarie, stazioni marittime, con superficie coperta accessibile al pubblico superiore a 5000 m2; metropolitane in tutto o in parte sotterranee.C1-
79Interporti con superficie superiore a 20.000 m2C1-
80Gallerie stradali di lunghezza superiore a 500 me ferroviarie superiori a 2000 mA1-

servizio-prevenzione-incendi-scia-cpiI nostri professionisti antincendio che operano nel campo della prevenzione incendi sono abilitati ai sensi della ex L.818/84 (art. 16 del D.Lgs 139/2006) e si possono occupare di tutte le pratiche inerenti la Prevenzione Incendi; in particolare:

  • Audit sistema di prevenzione incendi;
  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività ai fini dell’Antincendio (SCIA antincendio);
  • Istanza ai VVF per la valutazione dei progetti, al fine di ottenere il parere di conformità;
  • Richiesta di rinnovo periodico di conformità antincendio;
  • Istanza ai VVF di deroga alla normativa antincendio;
  • Istanza ai VVF di Nulla Osta di Fattibilità antincendio (NOF);
  • Assistenza per il passaggio dal regime di Nulla Osta Provvisorio a quello della conformità antincendio;
  • Istanze di voltura delle attività soggetto a controllo VVF
  • Rilascio/rinnovo SCIA per serbatoi GPL
  • valutazione e perizie tecniche su impianti di protezione attiva antincendio esistenti;
  • certificazioni ai fini della resistenza di strutture portanti e/o separanti;
  • Comunicazione all’ISPESL delle centrali termiche.

In accordo con la normativa vigente si elaborano soluzioni condivise che minimizzano il ricorso a modifiche onerose delle strutture o degli impianti esistenti, che spesso non sono indispensabili ai fini dell’adeguamento antincendio pur mantenendo elevati gli standard di sicurezza antincendio.

Il presente servizio è attivo, nelle seguenti provincie di

PUOI RICHIEDERE UNO DEI SERVIZI DI PREVENZIONE INCENDI IN:

PREVENZIONE INCENDI SCIA in Piemonte Alessandria Asti Biella Cuneo Novara Torino Verbano Cusio Ossola Vercelli IvreaPiemonte provincia di: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli

PREVENZIONE INCENDI SCIA in Lombardia-Bergamo-Brescia,-Como-Cremona-Lecco-Lodi-Mantova-Milano-Monza-Brianza-Pavia-Sondrio-VareseLombardia provincia di: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e della Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

PREVENZIONE INCENDI SCIA in Valle-d-Aosta-Verres-SaintVincent-IvreaValle d’Aosta provincia di: Aosta.

PREVENZIONE INCENDI SCIA in Veneto-Belluno-Padova-Rovigo-Treviso-Venezia-Verona-VicenzaVeneto provincia di: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza.

PREVENZIONE INCENDI SCIA in Liguria-Genova-Imperia-LaSpezia-SavonaLiguria provincia di: Genova, Imperia, La Spezia, Savona.

CONTATTACI

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.